• Home
  •  > Notizie
  •  > Misteriose tracce di sangue attorno al contenitore rifiuti

Misteriose tracce di sangue attorno al contenitore rifiuti

Tra le cose tutte da chiarire in questa morte misteriosa c’è il ritrovamento del cellulare di Leonardo sporco di sangue di fianco al contenitore per la raccolta rifiuti.

A terra c’erano anche altre chiazze di sangue, e qui siamo praticamente ai lati della strada provinciale, a un centinaio di metri dall’ingresso dell’agriturismo dove è stato ritrovato il cadavere. Com’è possibile che ci sia sangue tanto lontano? È questo uno degli elementi su cui si è indagato di più: il cellulare e i resti ematici sono stati prelevati dai carabinieri e portati in laboratorio.

Sicuramente è successo prima della caduta, che è stata mortale. Ma cosa è successo? In questa fase, si possono ovviamente fare solo ipotesi. La prima è la più inquietante: che qualcuno abbia ferito Leonardo lasciandolo lì. Forse un automobilista di passaggio che non l’ha visto mentre camminava lungo la strada da Maserno a lì? Però va considerato anche che se fosse stato un ferimento stradale, o di altra natura, sarebbero rimaste gocce lungo il percorso che ha fatto a piedi. Invece il sangue è stato trovato solo lì e davanti all’agriturismo. Peraltro attorno al bidone il sangue era in quantità abbastanza limitata.

Dunque deve essere successo qualcosa lì: è possibile che il 52enne sia caduto e si sia ferito, forse alle mani. Per questo il cellulare aveva tracce di sangue. Potrebbe averlo preso per fare una telefonata proprio per chiedere aiuto dopo la caduta. La chiamata potrebbe non essere andata e buon fine. E a questo punto Leonardo avrebbe pensato di bussare alla finestra della casa vacanze lì vicino, circostanza altrimenti inspiegabile, facendo poi la seconda fatale caduta.

L’autopsia chiarirà se è veramente andata così: da una prima ricognizione esterna del cadavere, le ferite riportate sembrano tutte riconducibili a caduta. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Gazzetta di Modena