• Home
  •  > Notizie
  •  > Ultimo saluto a Orestina E c’è chi vorrebbe intitolarle la piscina

Ultimo saluto a Orestina E c’è chi vorrebbe intitolarle la piscina

Alfonso Scibona

È stato celebrato ieri mattina nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Neumann, il funerale di Orestina Zazzarini, deceduta a soli 61 anni a causa di una lunga malattia.

Orestina ha dedicato la sua vita alla piscina di Sassuolo, insegnando nuoto a migliaia di giovani sassolesi e non solo. L’eco della sua dedizione si è sentito anche nel momento dell’addio, con la chiesa piena, con decine di persone che sono rimaste fuori, con un’età media da “under” che è significativa per quello che Orestina ha seminato in tutti questi anni.

Una semina che è arrivata anche ai vertici regionali e nazionali del nuoto che conta, dai quali sono arrivati alla famiglia messaggi di cordoglio per la sua scomparsa. Oltre alle parole delle istituzioni, tra cui spicca senza dubbio il messaggio di Paolo Barelli, presidente di Federnuoto, quelle di tanta gente che davanti alla chiesa parrocchiale, parlava della “semplicità” che l'ha contraddistinta in tantissimi anni nella piscina di Sassuolo, fin dai tempi in cui faceva coppia con Pino Tomassone, anche lui dedicato alla causa senza risparmiarsi. Nei giorni scorsi, poi, erano arrivati i messaggi anche dalle istituzioni sassolesi e della vicina Modena. La 61enne era infatti parte del Coni e attiva nelle varie iniziative.

Tra i commenti anche quello indirizzato verso qualcosa che possa continuare a far vivere il nome di questo personaggio davvero d'altri tempi. Ed è spuntata anche l’idea di chiedere l’intitolazione della piscina comunale proprio a lei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Gazzetta di Modena