• Home
  •  > Notizie
  •  > Savignano, morto il 53enne travolto sulle strisce

Savignano, morto il 53enne travolto sulle strisce

L’incidente lungo via Claudia di fronte alla farmacia. L’uomo, colpito mentre attraversava, era stato ricoverato in Terapia intensiva al Maggiore dove è morto nella notte

Savignano. Era defluito da poco il traffico intenso che ogni mattina attraversa Savignano lungo via Claudia, quando un uomo è stato investito all’altezza della farmacia Vaccari, erano le 9.45 di ieri quando si è verificato il grave incidente.

Hajdini Hazbi, savignanese di originealbanese di 53 anni, stava attraversando la via principale del paese sulle strisce pedonali nel momento in cui è stato sbalzato sul marciapiede di fronte alla farmacia, ferendosi gravemente. A urtarlo è stato P.L., 56 anni anche lui di Savignano, alla guida del suo Fiat Fiorino bianco mentre percorreva via Claudia in direzione Bazzano.

Le dinamiche sono incerte e tuttora in corso d’accertamento. Sul luogo, infatti, la polizia locale dell’Unione Terre di Castelli non ha trovato testimoni che potessero circostanziare quanto accaduto in quei momenti. Il conducente dell’auto, comunque, ha subito chiamato i soccorsi per aiutare la persona rimasta ferita a terra. Nel giro di qualche minuto sul posto è arrivata un’ambulanza proveniente da Serravalle, seguita da automedica ed elisoccorso fatto decollare da Bologna. H.H. è stato caricato sull’ambulanza e trasportato al campo sportivo di Savignano, dove nel frattempo è atterrato l’elicottero del 118.

Sono serviti circa 40 minuti per stabilizzare l’uomo che fin da subito ha presentato lesioni gravi e dunque una condizione precaria. Tanto, come detto, è stato l’impegno dei sanitari all’interno dell’ambulanza ferma a pochi metri dal velivolo in attesa di decollare.

La polizia locale ha dovuto deviare i vari mezzi lungo via Claudia per permettere i rilevamenti del caso. Il traffico è quindi proceduto a senso unico alternato per diverso tempo e sia sul luogo dell’incidente che al campo sportivo si sono radunate diverse persone attirate dai mezzi d’emergenza. A pochi metri dal luogo in cui è avvenuto lo scontro, tra l’altro, era attivo il centro tamponi. Lì, diverse persone stavano aspettando di sottoporsi al test anti-covid.

«Non ho visto niente, ma una persona che conosco stava aspettando di fare un tampone. Mi ha raccontato di aver sentito un forte rumore e di essersi precipitato in strada – fa sapere un passante – Ha visto la persona a terra e il sangue sul marciapiede».

Intanto, al campo sportivo, gli uomini del 118 hanno compiuto tutti gli interventi medici necessari per stabilizzare la persona rimasta ferita. Dopo diversi minuti, l’uomo è stato assicurato a una barella e trasportato all’interno dell’elisoccorso. Da qui, il mezzo è volato all’ospedale Maggiore di Bologna dove l’uomo è stato  ricoverato in condizioni disperate presso il reparto di Terapia intensiva dove è morto nella notte.

Allo stesso tempo gli agenti della polizia locale dell’Unione stanno svolgendo i dovuti accertamenti per decifrare quanto accaduto poco dopo le 9,30 del mattino. Soltanto nelle prossime ore, invece, si potrà sapere come evolveranno le condizioni dell’uomo che è costantemente monitorata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Pubblicato su Gazzetta di Modena