• Home
  •  > Notizie
  •  > In 400 per l’addio a Ugo e Breno

In 400 per l’addio a Ugo e Breno

Zocca. Sindaco, giunta e tanti cittadini ai funerali dei due fratelli assassinati

ZOCCA . Tutta Zocca praticamente ha voluto dare l’ultimo saluto a Ugo e Breno Bertarini, di 72 e 69 anni, i due fratelli trovati brutalmente uccisi il 27 febbraio nella stalla della loro azienda agricola di Monte San Giacomo. Erano presenti più di 400 persone ieri davanti alla chiesa parrocchiale per l’arrivo dei due carri funebri partiti dal Policlinico. E poi funerale gremito per Ugo (tanti i famigliari, a partire dalla figlia Rossana e dal nipote più grande) e commozione palpabile.

Le onoranze Riva hanno distribuito (tenendo conto anche del rosario celebrato venerdì sera) circa 550 ricordini con i volti sorridenti dei due fratelli che sono un tuffo al cuore pensando alla fine che hanno fatto: uccisi a colpi di roncola in un delitto per cui è stato arrestato il 57enne Angelo Rainone, genero di Ugo.

Durante la messa è stata letta una pagina delle lamentazioni di Geremia, intrise di dolore e sofferenza. «E di una domanda ripetuta tre volte: “Come mai, Signore, accade questo?” È quello che ci chiediamo tutti in questi giorni - ha detto il parroco don Martino Lofek - come in tutte le volte che la vita ci pone davanti a circostanze ingiuste, disumane, apparentemente senza via d'uscita. Perché di fronte a certi eventi rimaniamo sconvolti. Dobbiamo affidarci a Dio, sapendo che la morte non è l'ultima parola».

Alla cerimonia funebre ha presenziato tutta la giunta comunale, con il sindaco Gianfranco Tanari in fascia tricolore, e diversi consiglieri. Tanti anche i compagni di caccia di Ugo: a uno di loro sono stati affidati i suoi adorati cani, che custodiva nella stalla dove insieme al fratello è stato assassinato. La tumulazione delle due salme è avvenuta nel cimitero di Montaldo di Montese. (d.m.)

Pubblicato su Gazzetta di Modena